Passa ai contenuti principali

Post in evidenza

Snack al Burro d'arachidi - PB energy bites

Sushi homemade 1: Consigli generali


Nel week end scorso io e il mio ragazzo ci siamo organizzati per preparare il sushi in casa. Devo dire che è stato molto divertente perchè era la prima volta e, pur avendo letto tanto, non sapevamo bene cosa ne sarebbe uscito. Sorprendentemente il sushi è risultato saporito e abbondante. Prepararlo in casa è un modo economico per mangiarne a volontà o magari sorprendere gli amici con un antipasto o un piatto unico davvero d'effetto. Non essendo un'esperta in materia, vi riporto la preparazione e alcuni consigli generali.



- Cosa vi serve
Per preparare il sushi in casa avete bisogno di:
- riso per sushi
- pesce crudo (vedi sotto)
- aceto di riso
- alghe nori
- wasabi
- salsa di soia
- stuoietta per arrotolare
Poi ci sono altri ingredienti a vostra scelta come le verdure (avocado, cetriolo o carota), la philadelphia, la maionese, uova di lompo, semi di sesamo nero (io li ho sostituiti con i semi di papavero), l'alga kombu per la cottura del riso. 
Al posto dell'aceto di riso potete usare aceto di mele (quello Ponti viene 1,65 € per 500 mL), che costa decisamente meno ed è facilmente reperibile.
Inoltre, alcuni ingredienti una volta acquistati dureranno per un pò (salsa di soia) o molto a lungo ( wasabi, stuoietta, semi di sesamo).

- Acquistare gli Ingredienti
Riso, alghe, wasabi e salsa di soia si trovano facilmente nei supermercati più grandi, nella sezione cibo orientale. Sebbene i prodotti siano esattamente gli stessi, i prezzi online sono molto più convenienti. Ad esempio, sul sito Arnaboldi mezzo kg di riso costa 1,60 € mentre in negozio l'ho pagato 2,20 €, ben 60 centesimi in più (anche se bisogna ordinare dal sito almeno 12 prodotti, con 12 € di spedizione sotto i 50 € di spesa). Ancor più convenienti sono i siti specializzati come Sushitalia (c'è il condimento per sushi kikomann a 4,50 € che in negozio veniva più di 8 € ma calcolate 9 € di spese di spedizione) o Ramen (spese di spedizione 8 €), in cui potete trovare anche le bacchette e la stuoietta per arrotolare il sushi.
La stuoietta non è semplice da trovare in un supermercato qualunque (anche se sono sicura ci sia da Carrefour perchè hanno un reparto di sushi fresco) e se non la trovate potete ripiegare sul kit per sushi Arnaboldi che ne contiene una. Il difetto maggiore è che è una stuoina molto piccola, adatta per mezzo foglio di alga, ma con un pò di pazienza sono riuscita ad arrotolarne anche uno intero. Insomma, non è il massimo ma meglio di niente!

- Trattare il pesce crudo
L'ideale è acquistare preventivamente il pesce fresco e congelarlo nel frezeer di casa (assicuratevi che abbia almeno 3 stelle). Il pesce crudo infatti può contenere larve di un parassita, l'anisakis, che deve essere eliminato previa cottura o congelamento. Per quanto riguarda la durata della congelazione, su internet i pareri sono vari ma si va dalle 36 alle 96 ore (4 giorni) raccomandate. Bisogna quindi organizzarsi con un certo anticipo. Questo procedimento in realtà andrebbe fatto anche con tutto il pesce che si consuma marinato come le alici.

- Costi
Ho fatto un veloce calcolo dei costi, considerando di usare come pesce solo salmone e tonno e come ingredienti complementari avocado e philadelphia. A persona mi è venuto meno di 5 euro, considerando che alcune cose si comprano "una tantum".

- Quantità
Per due persone abbiamo utilizzato:
- 250 g Riso
- 250 g Salmone fresco
- 1 Philadelphia piccolo
- 1/2 Avocado
- 3 fogli di Alga
- 5-6 bastoncini Surimi
Abbiamo realizzato 1 rotolo di futomaki (10 pezzi), 2 rotoli di hosomaki (8 pezzi), 4 nigiri e 1 rotolo di uramaki (6 pezzi) più qualche pezzo di sashimi. Quindi un totale di circa 40 pezzi. Essendo la prima volta, di alcuni abbiamo sbagliato il taglio e li abbiamo fatti leggermente più grandi (quindi meno pezzi totali) ma come quantità per due persone è abbondante. Infatti, anche se quando andiamo a mangiare fuori il sushi complessivamente mangiamo un numero maggiore di pezzi, quelli fatti in casa saziano di più per la maggiore grandezza e abbiamo fatto fatica a finirli.

Con questo weekend credo che abbiamo dimostrato che neanche il sushi fa parte della categoria di ricette "vorreimanonposso" riprodurre a casa. In un paio di ore abbiamo preparato tutto e siamo rimasti davvero soddisfatti dal risultato.
Nei prossimi giorni la ricetta per il riso e come abbiamo preparato i vari rotoli.

Commenti