Passa ai contenuti principali

Post in evidenza

Snack al Burro d'arachidi - PB energy bites

Gatti, umani e sabbietta: quale tipo scegliere?

Nella lista delle prime cose da fare quando si decide di prendere un gatto c'è sicuramente comprare un bel sacchetto di sabbietta. La scelta è molto vasta ma principalmente le lettiere si dividono in due grandi categorie:

- LETTIERE AGGLOMERANTI

Sono lettiere che a contatto con l'urina si agglomerano, formando le cosidette "palle". Sono molto comode perchè è possibile eliminare facilmente la sabbietta sporca con delle palettine forate. La sabbia che non è stata a contatto con l'urina esce dai fori mentre quella sporca che si è agglomerata, resta nella paletta. E' possibile cosi asportare giornalieramente sia le palle di urina che gli escrementi, riducendo cosi i cattivi odori. La sabbietta va comunque periodicamente sostituita completamente, solitamente una volta alla settimana se usata da un solo gatto.

- LETTIERE NON AGGLOMERANTI

Sono le lettiere più classiche, che assorbono l'urina senza agglomerare. Giornalieramente è possibile asportare gli escrementi. Vanno sostituite completamente più spesso perchè non è possibile separare la sabbia pulita da quella sporca. Solitamente sono granuli più o meno grandi, di vari minerali, con diversi gradi di assorbenza. Possono essere anche al silicio: hanno la forma di cristalli chiari, che assorbono completamente l'urina, cambiando colore.

Inoltre, tra le lettiere non agglomeranti esistono anche le lettiere vegetali (anche se c'è qualche esempio di lettiere vegetali agglomeranti), solitamente formate da trucioli legnosi (ma anche da gusci di noce), che sono interamente biodegradabili e compostabili. La grande comodità risiede nel fatto che alcune sono smaltibili direttamente dallo scarico del wc ma bisogna stare attenti alla dimensione degli scarichi domestici. Io eviterei questa soluzione in caso di abitazioni con scarichi vecchi o che già in passato si sono otturati. In ogni caso si può smaltire cosi solo la frazione giornaliera mentre per l'intera lettiera va buttata nella spazzatura. Sono lettiere particolarmente consigliate per chi ha a disposizione un giardino e vuole trasformarle in concime o per chi vive in appartamenti ai piani alti perchè solitamente sono molto più leggere delle lettiere tradizionali. Inoltre, sono consigliate nel caso il gatto soffra di problemi respiratori perchè non sono polverose.

Nella scelta del tipo di lettiera, una voce importante è anche quella di Micio. Alcuni gatti si adattano a qualsiasi lettiera mentre altri si rifiutano di usarla e iniziano a fare i bisognini in giro per casa. Inoltre, lettiere profumate possono risultare a lui sgradite. Bisogna quindi mediare tra costo, comodità, trattenimento degli odori e parere favorevole del gatto. In fin dei conti è lui il principale utilizzatore!

LA MIA ESPERIENZA
Nella mia esperienza personale ho provato solo 4 tipi di lettiere perchè fortunatamente ho trovato il prodotto giusto al primo colpo. Uso abitualmente Biokat's Micro, una lettiera agglomerante non profumata in argilla. Elimino palle e escrementi tutti i giorni e una volta alla settimana sostituisco tutto il contenuto della lettiera e lavo la toilette. Della stessa marca ho provato anche la versione profumata (Micro Fresh) che non risultava gradita agli umani in quanto il gatto tendeva ad assumere l'odore della lettiera. Ho provato anche la versione per gatti maschi (Men) che però agglomerava male e quando eliminavo le palle si sfaldavano tutte. Ho visto che ora producono anche una versione mista in argilla e fibre vegetali che dovrebbe assorbire ancora meglio gli odori e essere più leggera. Sono curiosa di provarla appena finirò la mia scorta. In generale con la Biokat's Micro, che uso da più di due anni, mi trovo molto bene, trattiene bene gli odori e mettendo un tappetino all'uscita della lettiera non me la ritrovo per casa. D'inverno tende ad assorbire un pò l'umidità e si attacca più facilmente alle zampe di Micio. Il prezzo è di 11 € per un sacchetto da 14 L se si ordina dal sito Zooplus italiano, mentre dal tedesco si risparmia molto e si possono pagare due sacchetti anche solo 13 €. Non saprei quantificare esattamente ma un sacchetto mi dura intorno a un mese- un mese e mezzo.

Ho provato tempo fa anche la Tigerino Crystals, una lettiera al silicio. Pessima idea! I cristalli azzurri hanno macchiato la mia toilette (per fortuna dopo mesi di lavaggi è andato via l'alone azzurro) e l'odore di urina era terribile. Una volta assorbita l'urina a mio parere si sente ancora molto l'odore e non è semplice nemmeno la pulizia giornaliera. Quest'estate ho voluto provare una lettiera non agglomerante biodegradabile e ho scelto la Sanicat Professional Multipet Green. Sono dei pellet di trucioli di legno che hanno dato dei buoni risultati nell'assorbimento dell'urina. Infatti, l'odore di urina è praticamente impercettibile anche durante la pulizia della lettiera. Il grosso problema però è la forma dei pellet che rende difficile (se non impossibile) al gatto coprire gli escrementi. E se il gatto non li copre l'odore è veramente nauseabondo. Quindi è stata bocciata anche questa lettiera, malgrado l'ottima performance per l'assorbimento dell'urina. In ultimo uso saltuariamente la lettiera della Friskies Catfresh che è non agglomerante. Il rendimento di questa lettiera è piuttosto scadente se paragonato alle altre: anche rimuovendo giornalieramente gli escrementi va sostituita dopo 3 giorni a causa dell'odore. Inoltre la trovo molto polverosa.

In conclusione, personalmente consiglio una lettiera agglomerante non profumata come primo acquisto. E' più facile pulirla e si hanno meno odori per casa, anche in un piccolo appartamento!

Commenti