Passa ai contenuti principali

Post in evidenza

Snack al Burro d'arachidi - PB energy bites

Cercare Casa: Studenti


Quante case si cambiano durante gli anni dell'Università? Dipende da quanto si è fortunati nella scelta dei coinquilini e della casa stessa. Ecco qualche consiglio per chi sta per prendere in affitto una stanza:

- Casa

Valutate quanto è recente l'appartamento e la qualità dell'arredamento. Considerate gli spazi a disposizione: quante persone ci vivranno rispetto al numero di bagni? La cucina è abbastanza spaziosa da permettere a tutti di cucinare o mangiare contemporaneamente? Quali spazi avrete a disposizione in frigo/freezer e per la dispensa?

- Posizione

Pensate bene alla posizione dell'appartamento rispetto al vostro luogo di studi, a dove abitano le persone che pensate di frequentare abitualmente e la lontananza dai luoghi di svago (ristoranti/fast food, supermercati, discoteche, shopping, ecc). Controllate anche la posizione dei mezzi pubblici e la frequenza delle linee. Una delle vostre prime esigenze può essere quella di passare poco tempo sul bus o muovervi principalmente a piedi.
La posizione spesso influenza anche il costo della stanza ma dipende da caso a caso.

- Contratto

E' sempre bene chiedere di avere un contratto regolarmente registrato per moltissimi motivi. In primo luogo è la cosa più giusta da fare per essere nel rispetto della legge. In secondo luogo vi tutela da eventuali truffe o in caso di contrasti con il padrone di casa. Infine, è spesso necessario avere un contratto regolare per accedere a borse di studio o rimborsi affitto. Non dimenticate di farvi rilasciare e conservare attentamente tutte le ricevute mensili, controllando che tutti i dati siano corretti e che ci sia il vostro nome e l'indirizzo dell'immobile nella causale.
Inoltre, controllate che nel contratto ci sia scritto quali mobili sono nella stanza, quanto è l'affitto mensile, quante mensilità comprende la caparra e quali sono le spese eventualmente comprese nell'affitto (condominio, utenze). 
E' sempre consigliabile fare un contratto studenti, che prevede condizioni più semplici di recesso del contratto e spese di registrazione minori. 

- Caparra

Il proprietario chiede delle mensilità extra a inizio contratto per tutelarsi in caso di danni. La capparra può essere pari al massimo a due mensilità. Serve anche per coprire i costi delle bollette una volta che avrete concluso il contratto. Vi deve essere restituita (salvo la quota per coprire eventuali bollette non saldate) alla conclusione del contratto.

- Coinquilini

Per quanto andare a vivere con i propri amici o compagni di classe sembri inizialmente un'idea fantastica bisogna pensarci bene. Spesso nella convivenza possono nascere dei contrasti che, se non risolti, possono mettere in crisi le amicizie. In fondo si può sempre cambiare casa ma è difficile trovare buoni amici, meglio non scoprire che hanno l'abitudine di occupare il bagno per un'ora per una doccia! Cercate persone che hanno abitudini simili alle vostre (sopratutto riguardo gli orari di sveglia e sonno): potreste finire in una casa in cui si va a letto abitualmente all'una mentre voi avete lezione ogni mattina alle 8 o viceversa!

- Regole della casa

Chiedete sempre come vengono gestiti i turni di pulizie degli spazi comuni, se la spesa (o una parte di essa, come i detersivi) si fa in comune e l'utilizzo degli elettrodomestici e del riscaldamento. E' sempre utile avere un'idea di queste cose per evitare di prendere una stanza in una casa con persone che hanno abitudini completamente diverse dalle vostre. Ad esempio, può essere richiesto che per ogni lavatrice (o telefonata) si mettano dei soldi in più per la bolletta oppure potreste scoprire che il boiler dell'acqua calda viene acceso solo la mattina (o la sera) e dovreste regolare le vostre docce di conseguenza.

- Utenze e tasse

Altra cosa su cui informarsi sono i costi delle utenze. A volte possono essere comprese nell'affitto ma solitamente solo i rifiuti sono inclusi. Per quanto riguarda luce e acqua chiedete se si pagano come prima o seconda casa e solitamente a quanto ammontano, tenendo presente che in mesi estivi o invernali ci possono essere delle grosse differenze.
In quanto residenti presso i vostri genitori, non siete tenuti a pagare il canone Rai se lo fanno già i vostri genitori. Una parte della TASI invece è a carico degli inquilini.

- Elettrodomestici

Solitamente dovreste trovare un forno, un frigorifero, una lavatrice e se siete fortunati una televisione negli spazi comuni. Se mancano potete accordarvi con il proprietario per l'acquisto, facendo presente le vostre esigenze.


Questi sono solo alcuni consigli che possono aiutarvi. Cercate di farvi una bella chiaccherata con gli altri inquilini o con il padrone di casa in modo da conoscerli meglio e in bocca al lupo!

Commenti